4 Modi per Ridurre l'Inquinamento da Plastica

4 Modi per Ridurre l’Inquinamento da Plastica

Una quantità pari a 8 milioni di tonnellate di plastica finisce nell’oceano ogni anno, mettendo in pericolo la fauna selvatica e inquinando gli ecosistemi. Questo numero è destinato a crescere – un recente rapporto del Pew Charitable Trust suggerisce che senza miglioramenti nella gestione dei rifiuti, 90 milioni di tonnellate di plastica potrebbero entrare negli ecosistemi acquatici del mondo entro il 2030. La plastica è stata trovata persino nel corpo delle persone e nell’aria.

Il problema è solo peggiorato durante la pandemia di COVID-19. Oltre al necessario aumento delle plastiche monouso per i dispositivi di protezione personale (DPI) come maschere e schermi, alcuni governi e aziende hanno ritardato o eliminato i divieti per le borse di plastica e gli imballaggi. Prima della pandemia di COVID-19, WRI e UNEP hanno scoperto che più di 100 paesi hanno regolamentato le borse di plastica monouso.

Dopo la pandemia, 50 città statunitensi si sono allontanate dalla regolamentazione della plastica. A dicembre, la città di Vancouver, in Canada, ha posticipato le tasse per i bicchieri usa e getta e il suo divieto di borse di plastica per la spesa per più di un anno. Starbucks e Dunkin’ hanno messo in attesa l’uso di contenitori riutilizzabili. E alcuni programmi di riciclaggio sono stati accantonati negli Stati Uniti e nell’Unione Europea a causa dei tagli di bilancio dovuti alla pandemia.

Mentre l’aumento dell’uso della plastica è necessario per combattere la pandemia, in particolare per i DPI, i paesi devono assicurarsi che questi cambiamenti di emergenza non facciano deragliare i progressi a lungo termine sul passaggio delle leggi volte a ridurre l’inquinamento da plastica. Se i paesi desiderano costruire meglio dopo COVID-19, la riforma legislativa sul contenimento dei rifiuti di plastica è una parte essenziale dell’agenda.

Una nuova guida legislativa lanciata oggi da UNEP e WRI scava in profondità su come la legge può essere utilizzata per affrontare l’inquinamento da plastica e sostenere un’economia circolare della plastica.

I cambiamenti politici possono ridurre l’inquinamento da plastica incentivando i cambiamenti nel comportamento delle imprese e dei consumatori, così come nel design della plastica, nelle alternative e nel riciclaggio. Ecco quattro approcci politici e legali dalla guida di UNEP e WRI che i paesi possono usare per ridurre i loro rifiuti di plastica in modo permanente:

4 Modi per Ridurre l'Inquinamento da Plastica

1. Divieti sulla plastica monouso

I divieti e le restrizioni sui prodotti di plastica monouso (che proibiscono direttamente la loro produzione, distribuzione o uso) sono alcuni dei meccanismi legali più utilizzati e di successo dai governi. Parte del loro successo è stato dovuto alla flessibilità della legislazione sui divieti nel permettere esenzioni per prodotti medici e altri usi necessari, promuovendo allo stesso tempo l’uso di prodotti alternativi come borse di stoffa o di carta.

  • Le Isole Marshall, per esempio, nel 2016 hanno istituito un divieto di importazione, produzione, vendita o distribuzione di bicchieri e piatti in polistirolo; bicchieri e piatti di plastica monouso; e borse di plastica per la spesa, promuovendo al contempo borse di carta riciclata e borse riutilizzabili. È stato promosso come uno dei modelli da seguire in tutto il mondo.
  • Panama ha creato un divieto sui sacchetti di plastica nel 2018, che è entrato in vigore nel 2020, ma ha esentato i sacchetti di plastica leggeri o sottili per la manipolazione e la sicurezza degli alimenti.

La guida delinea anche le potenziali conseguenze indesiderate di cui i legislatori devono essere consapevoli quando emanano e fanno rispettare i divieti.

  • Nel Territorio del Nord dell’Australia, un divieto sui sacchetti di plastica sottili nel 2011 è stato collegato a un aumento delle vendite di sacchetti più spessi, così come un aumento dei rifiuti di quei sacchetti di plastica più spessi.
  • Le alternative ai sacchetti di plastica possono anche avere una CO2 footprint più alta, essere difficili da compostare o rilasciare microplastiche nell’ambiente.

2. Tasse e incentivi economici

I governi possono anche imporre tasse per scoraggiare la produzione o l’uso della plastica monouso, o offrire agevolazioni fiscali, sussidi e altri incentivi fiscali per incoraggiare le alternative ai prodotti di plastica monouso.

  • Nel 2015 il Portogallo ha inserito una tassa sui produttori di 0,10 € per sacchetto per alcune dimensioni di borse di plastica. Quattro mesi dopo, il consumo di questi sacchetti è diminuito del 74%.
  • Allo stesso modo, la Danimarca ha introdotto una tassa sugli imballaggi basata sul peso nel 1999 (modificata più recentemente). Diverse aliquote si applicano a diversi materiali di imballaggio in plastica, con l’aliquota più bassa per la plastica riciclata e l’aliquota più alta per la plastica primaria. Dopo l’introduzione della tassa sulle borse da asporto, la riduzione della carta e della plastica usate in Danimarca è stimata intorno al 70%.

Il Portogallo e la Danimarca hanno usato efficacemente questi strumenti economici per aumentare l’uso di prodotti riutilizzabili e riciclati, rispettivamente. Tasse e incentivi possono essere applicati a particolari imprese (come i supermercati o i produttori di plastica) o a particolari prodotti (come i coperchi delle tazze di caffè o le bottiglie per bevande di plastica).

I governi possono anche usare incentivi economici per incoraggiare i produttori ad adottare alternative alla plastica (come usare la canna da zucchero per creare sacchetti) o per creare entrate che possano finanziare gli sforzi di pulizia dei rifiuti di plastica.

3. Standard di prodotto

Gli standard di prodotto, le certificazioni e i requisiti di etichettatura possono essere progettati per educare il pubblico sugli impatti ambientali della plastica e sui rischi per la salute e la sicurezza coinvolti nella loro produzione e utilizzo. La legislazione sui prodotti di plastica monouso può stabilire degli standard sulla composizione del materiale, la riutilizzabilità, la recuperabilità (per garantire che il prodotto possa essere riciclato), la biodegradabilità e garantire che i prodotti possano essere compostati. Questo approccio può sostenere la scelta del consumatore di prodotti sostenibili.

  • Negli Stati Uniti, i fabbricanti e i fornitori di imballaggi devono dare ai loro acquirenti un certificato di conformità, dichiarando che i loro imballaggi non superano le concentrazioni ammissibili di metalli pesanti regolamentati a causa del contenuto riciclato.
  • L’Unione Europea ha delle regole sulla fabbricazione e la composizione degli imballaggi per garantire che siano “limitati alla quantità minima adeguata necessaria per mantenere il livello necessario di sicurezza, igiene e accettazione”. Richiedere che gli imballaggi siano progettati e prodotti in modo sicuro, ponderato e sostenibile può limitare la produzione e l’uso di plastiche dannose.

4. Responsabilità estesa del produttore

I programmi di responsabilità estesa del produttore (EPR) possono assicurare che i produttori mantengano la responsabilità per i prodotti di plastica monouso durante l’intero ciclo di vita di quei prodotti. Questi strumenti legislativi possono garantire progetti più sostenibili ritenendo i produttori responsabili delle plastiche monouso durante la raccolta, il recupero, il riciclaggio o il riutilizzo dei loro prodotti.

  • In Germania, per esempio, un sistema EPR adottato nel 1991 richiede il pagamento di una tassa di licenza basata sulla quantità e sul tipo di imballaggi introdotti sul mercato dai produttori ogni anno. Tra il 1991 e il 1998 l’ordinanza ha portato a una riduzione dei rifiuti stimata a 1 milione di tonnellate. La nuova legislazione sugli imballaggi approvata nel 2019 in Germania, che sostiene anche l’EPR, comprende un registro centrale degli imballaggi, maggiori obiettivi di riciclaggio per tutte le materie plastiche e incentivi monetari da pagare per gli imballaggi ecologici.
  • In Finlandia, secondo lo schema EPR, tutti i confezionatori di prodotti, o gli importatori di prodotti confezionati considerati come produttori, sono legalmente responsabili dell’organizzazione di un sistema di raccolta e riciclaggio dei rifiuti di imballaggio in plastica che entrano nei mercati. Nel 2016, il tasso di ritorno per il PET è stato del 92%.

Non esiste una formula magica per contenere l’inquinamento da plastica

Non esiste una formula magica per risolvere il problema della plastica nel mondo. Sarà necessario che i governi, sia a livello nazionale che sub-nazionale, affrontino la regolamentazione dei prodotti di plastica monouso, determinando quali approcci politici vogliono utilizzare e quale tipo di legislazione sosterrà i loro obiettivi.

Ci sono delle sfide da affrontare: la mancanza di investimenti e di sostegno all’industria del riciclaggio per renderla competitiva, l’aumento della produzione di plastica vergine monouso e la responsabilità minima del produttore in molti paesi fuori dall’UE. Non c’è anche un quadro giuridico globale per facilitare l’azione collettiva di più paesi, nessun accordo comune su quali plastiche dovrebbero essere eliminate, e la pressione dei produttori di plastica sui legislatori per non avanzare nella legislazione. Ma per far progredire l’azione, abbiamo bisogno di essere deliberati nell’adottare soluzioni su più fronti.

I legislatori devono considerare e adottare approcci diversi e complementari per essere più efficaci, compresi i divieti e le restrizioni, gli strumenti economici, gli standard informativi e l’etichettatura, e la responsabilità estesa del produttore, il riutilizzo, il riciclaggio e i sistemi di deposito-rimborso. Sono essenziali anche sforzi supplementari che sostengano questi approcci, come programmi di educazione dei consumatori, requisiti per gli appalti pubblici, investimenti in infrastrutture di gestione dei rifiuti e partnership pubblico-private.

La pandemia di coronavirus ha rivelato l’importanza dell’uso a breve termine della plastica per frenare le epidemie e aiutare le persone a sentirsi al sicuro. Ma non c’è tempo per fare i conti lentamente con la questione a lungo termine dei rifiuti di plastica. Abbiamo bisogno di maggiore ambizione e innovazione da parte dei governi, delle aziende e della società civile, così come l’adozione ponderata di una varietà di politiche preventive e misure legislative per affrontare la portata del problema.

LE NOSTRE PROPOSTE PER COMBATTERE LA PLASTICA NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

  • Cannucce Biodegradabili in Paglia di Grano

    0 Su 5
    7,9924,99
  • Occhiali da Sole Polarizzati in Bamboo

    0 Su 5
    29,99
  • Set di Posate Biodegradabili – 300 pz

    5.00 Su 5
    29,99
  • Tappetino da Forno in Silicone

    0 Su 5
    12,99
  • Fondotinta Minerale Eco 8g – Luminous

    4.33 Su 5
    18,49
  • Fondotinta Minerale Naturale 8g – Avena

    4.00 Su 5
    18,49
  • Fondotinta Minerale Bio 8g – Beige

    5.00 Su 5
    18,49
  • Fondotinta Minerale Naturale 8g – Nude

    4.00 Su 5
    18,49
  • Fondotinta Minerale Vegan 8g – English Rose

    5.00 Su 5
    18,49
  • Bicchiere in Fibra di Bamboo Riutilizzabile

    5.00 Su 5
    10,99
  • Sacchetti in Silicone per Alimenti – 4 pz

    4.50 Su 5
    7,99
  • Borraccia in Alluminio da 500ml

    4.50 Su 5
    12,99
  • Pellicola per Alimenti in Cera d’Api – 3 pz

    4.80 Su 5
    13,99
  • Spazzolini di Bamboo – 10 pz

    4.88 Su 5
    10,99
  • Spazzolini Biodegradabili ai Carboni Attivi – 10 pz

    4.50 Su 5
    10,99
  • Spazzolini di Bamboo da Bambino – 10 pz

    4.00 Su 5
    10,99
  • Sali da Bagno Naturali 300g – Time to Relax

    0 Su 5
    27,99
  • Crema Corpo ‘Dooley Scrumptious’ – Arancia e Camomilla

    0 Su 5
    26,99
  • Crema Corpo ‘Full Monty’ – Lavanda e Olio di Avena

    0 Su 5
    26,99
  • Sali da Bagno Naturali 300g – Clear your Mind

    0 Su 5
    27,99
  • Sali da Bagno Naturali 300g – Morning Sunshine

    0 Su 5
    27,99
  • Sali da Bagno Naturali 300g – Roses are Red

    0 Su 5
    27,99
  • Filo Interdentale Biodegradabile – 30 mt

    5.00 Su 5
    6,99
  • Set Bio-Routine

    0 Su 5
    37,32
  • Set Bio&Beauty

    0 Su 5
    37,77
  • Set Una Coccola Profumata

    0 Su 5
    37,32
  • Dischetti Struccanti Lavabili – 16 pz

    4.80 Su 5
    13,99
  • Spazzole da Cucina in Fibra di Cocco – 2 pz

    5.00 Su 5
    8,99
  • Tazza in Metallo con Coperchio

    5.00 Su 5
    12,99

Shopping cart
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0